Resta al passo con uno smartphone Xiaomi

Xiaomi Tech è un’azienda cinese nata nel 2010 che produce ottimi device quali smartphone e tablet che stanno avendo sempre più successo anche nel mercato europeo. Inizialmente l’azienda fondata da Lei Jun si è fatta conoscere con una serie di smartphone low-cost esteticamente accattivanti, che hanno attirato fin da subito l’attenzione degli utenti. Ben presto Xiaomi ha dimostrato che i suoi prodotti non erano appetibili e concorrenziali solo per il prezzo, ma anche per le loro caratteristiche tecniche di buonissimo livello che dopo il successo in Cina le hanno permesso di guadagnare quote di mercato anche in Europa.

Uno dei punti di forza dell’azienda cinese è proprio l’elevata qualità che contraddistingue i suoi prodotti che garantiscono agli utenti finali ei prodotti impeccabili. Attualmente Xiaomi propone sul mercato diversi modelli di smartphone adatti a tutte le esigenze.


Il top di gamma è lo Xiaomi Mi4, uno smartphone rilasciato nell’Agosto 2014 e basato su Android 4.4.2 KitKat con interfaccia MIUI v6. Il device offre prestazioni di alto livello grazie all’ottimo processore Snapdragon 801 che è affiancato da 3GB di memoria RAM e da una memoria di archiviazione interna di 64GB. Uno dei punti di forza dello Xiaomi Mi4 è il luminoso display touchscreen da 5 pollici che ha una risoluzione di 1920×1080 pixel. Ottimo anche il comparto fotografico dotato di una fotocamera posteriore da 13 megapixel prodotta da Sony e di registrare video in qualità 4K, a cui si aggiunge la fotocamera frontale da 8 megapixel ottima per gli amanti dei selfie. Il device è alimentato da una batteria al Litio da 2550 mAh, ed esteticamente si presenta con una linea è molto elegante grazie anche allo spessore di appena 8.9 millimetri.

Se invece siete alla ricerca di un prodotto low-cost, sicuramente lo Xiaomi Redmi 2 è uno dei device più interessanti del mercato. Rilasciato nel mese di Gennaio 2015, si tratta di uno smartphone che garantisce delle buone prestazioni il cui prezzo è veramente alla portata di tutti ma che comunque riesce a soddisfare anche gli utenti più esigenti. Lo Xiaomi Redmi 2 è dotato di un ottimo display touchscreen da 4.7 pollici la cui risoluzione è pari a 1280×720 pixel. Il cuore del device è il processore Qualcomm MSM8916 Snapdragon 410 Quad Core a 1.2 GHz di velocità affiancato da 2GB di memoria RAM e da 8GB di spazio di archiviazione interna (espandibile con schede Micro SD Fino ad un massimo di 32GB). La fotocamera posteriore da 8 megapixel permette agli utenti sia di scattare fotografie con risoluzione di 3264×2448 pixel, sia di effettuare riprese video in qualità fullHD. Xiaomi Redmi 2 è basato sul sistema operativo Android 4.4.4 KitKat personalizzato con l’interfaccia proprietaria MIUI v6.

Consigli per un arredare la casa

Semplici, decorate, trasparenti o colorate le tende rappresentano un elemento fondamentale di ogni casa. La loro funzione oltre a filtrare la luce e proteggere la privacy, serve a dare un look ben definito agli ambienti. Inoltre al contrario dei mobili possono essere cambiate spesso, i tessuti e i tendaggi per l’arredamento danno la possibilità di rinnovare gli spazi abitativi e adattarli alla stagione o alle mode.

Classiche o moderne le tende sono un arredo di interior design e devono dare personalità alla camera, armonizzarsi con tutto ciò che vi è attorno e essere di tendenza. La loro scelta deve essere effettuata tenendo in considerazione tre fattori lo stile della casa, il colore di mobili e pareti e il tipo di finestra che devono rivestire.


Lo stile shabby chic, con i suoi arredi bianchi, vintage ma rivisitati in chiava moderna è il trend del momento, per completare un living o una camera da letto una tenda dai tessuti leggeri e in tonalità tenui e naturali come il lino, è la soluzione più indicata per dare vitalità all’ambiente e renderlo elegante. In alternativa anche tende in cotone arricchite di decori o qualche ricamo, in colori pastello possono dare un’aria romantica alla casa.
Le fibre naturali, come il lino reso più morbido tramite trattamenti di invecchiamento e destrutturato, è il tessuto più ricercato negli ultimi tempi per esaltare gli arredi di abitazioni moderne. In particolare viene utilizzato sia per le camere da letto, magari in colori scuri se servono per oscurare la camera o più chiari se si vuole dare un tocco di vivacità. Impreziosito con qualche ricamo o con qualche disegno le fibre naturali caratterizzano anche i tendaggi fluidi e abbandonati da inserire sulla vetrata o sulle finestre di un salotto.
I tessuti come chiffon, seta o tulle anche essi in colori chiari o con piccole decorazioni restano sempre il must per chi vuole coniugare eleganza e contemporaneità in ogni ambiente della casa, mentre il tocco glamour può essere rappresentato dai giochi di colori che si possono montando un doppio binario, con tendaggi con texture differenti.
Gli arredi dallo stile minimal e con superfici laccate bianche o comunque molto chiare, inseriti in camere le cui pareti sono tinteggiati in colori anche essi tenui, possono essere rivitalizzati con tendaggi dai colori decisi e più sgargianti, realizzati con tessuti dalla trama fitta.

Dove farò la prossima vacanza?

Era una domanda che mi ponevo da tempo e allora questa estate ho deciso di scegliere una delle mete che non sono da “turismo di massa”, cioè qualcosa di ricercato che mi riportasse alle radici della vecchia Europa mediorientale: Durazzo.

Sono partito in solitaria da una bella città di frontiera ho prenotato uno dei vari traghetti da Trieste a Durazzo e sono partita.
Ho preso la cabina per la durata abbastanza lunga del viaggio (circa 24 ore), per cui è come se avessi fatto una mini-crocera sull’Adriatico, in una struttura galleggiante molto pulita e con ottimi servizi.
Lo sbarco a Durazzo, città di cui avevo solo sentito parlare, mi ha lasciato molto sorpreso perché mi sono ritrovato davanti a palazzi di almeno 20 piani e una città moderna e in buona parte occidentalizzata.


La gente è molto socievole e si capisce fin da subito che ama profondamente il suo paese e ne è molto orgogliosa, anche se ha un legame molto stretto con l’Italia. Non ho avuto problemi infatti con la mia lingua madre, che parlano più o meno tutti.
Tra i luoghi da visitare a Durazzo ho preparato una sorta di itinerario che mi sono riservato di cambiare in base ai suggerimenti della gente locale.
Ho avuto il piacere di visitare il più grande anfiteatro di epoca romana dei Balcani, che si trova proprio nel centro della città, contornato da palazzi e case di recente costruzione. Risale al II sec. ed è lungo 136 m. E’ molto grande perché progettato per contenere circa 20 mila spettatori, ma è ancora in buona parte coperto dalla terra e risulta molto affascinante il contrasto con il paesaggio. Fu scoperto per caso solo nel 1966 mentre si scavava per le fondamenta di una casa.
Il simbolo di Durazzo che ho avuto il piacere di apprezzare è il castello o Rocca risalente al 518 d.C. e più volte rimaneggiato.
E’ costruito su un promontorio roccioso dal quale si gode una ampia vista su tutta la costa. Si è conservata buona parte della costruzione ma rimane poco delle 3 possenti fila di mura di cinta. Interessante anche il museo Archeologico della città.
Le spiagge di Durazzo hanno qualcosa di affascinante per la loro estensione a perdita d’occhio e per il fatto che si trovano spesso libere, o al massimo con qualche ombrellone e sdraio, dove crogiolarsi nel relax assoluto.
Si mangia bene, soprattutto carne e birra e i ristonati non sono cari (circa 18 euro). La sistemazione in hotel è stata discreta e l’accoglienza elegante nella sua semplicità.
Consiglio Durazzo come meta per osservare da vicino i suoi grandi cambiamenti e quella deliziosa atmosfera sospesa tra Oriente e Occidente, che fa capire quanto siamo stati fortunati a non essere colpiti da un conflitto intestino, come è successo all’Albania in dittatura.
Oggi comunque è un paese in piena rinascita che attrae investimenti esteri e brulica di gente.

Cefalonia spiagge e divertimento

Cefalonia è una delle isole greche che abbiamo scelto per la nostra vacanza estiva. Siamo partiti in 4 (due coppie) prendendo uno dei tanti traghetti da Bari a Cefalonia e abbiamo goduto di un piacevole viaggio di circa 20 ore con annessa cabina e pasti, scattando foto panoramiche molto suggestive.

All’arrivo ci è sembrato comodo noleggiare un’auto per visitare varie mete turistiche che ci eravamo prefissi e per spostarci con comodità la sera nei locali.
Ci siamo sistemati comodamente nel nostro hotel dove abbiamo prenotato con largo anticipo 2 camere matrimoniali vicino alla costa a buon prezzo.


Cefalonia come è noto è bellissima e le sue spiagge sono evidentemente da cartolina.
Tra quelle dove abbiamo trascorso ore felici e di grande relax c’è quella di Myrthos dove siamo scesi attraverso le alture circostanti. I colori tra il blu e il turchese erano da sogno e la sabbia mista a ghiaia.
Una spiaggia che ci ha piacevolmente colpito è quella di Xi beach a Mantzavinata, con alte scogliere caratterizzate dal rosso dell’argilla che pare venisse usata dai greci antichi per trattamenti estetici. Acque basse e calme consentono di prendere il sole direttamente in mare.
Siamo rimasti incantati entrando nella Grotta di Melissani, che forma un lago marino ed è sovrastata da un foro dal quale il sole entra creando giochi di luce suggestivi.
I locali e i ristoranti di Cefalonia sono mondani e servono cibi molto gustosi e speziati. Sia a pranzo che a cena abbiamo scelto quelli vicino al mare che ci hanno ampiamente soddisfatto, anche per i costi contenuti.
Le notti di Cefalonia sono state caratterizzare da danze, feste sulla spiaggia e passeggiate nei vicoli caratteristici del centro storico.
Tante sono le botteghe e i negozi di souvenir che abbiamo incontrato e dove abbiamo fatto incetta di prodotti tipici.
Per noi che siamo appassionati di storia è stato emozionante visitare i resti dell’antica Sami dove, si intravedono ancora resti di un teatro, una necropoli, l’acquedotto e le vestigia di edifici risalenti al periodo ellenico. E’ un sito magico con una sorgente vicina.
Abbiamo apprezzato anche i reperti recuperati al Museo Archeologico di Argostoli. Non lontano, a Peratata, abbiamo visitato il castello di Agios Georgios di età bizantina e, tra i luoghi mistici ci hanno molto colpito, il Monastero di Agios Gerassimos dove ci sono le spoglie del patrono dell’isola. Vicino c’è la nuova chiesa, decisamente grande per accogliere i numerosi fedeli.
Cefalonia è un’isola che va bene sia per i giovani che per le famiglie e non mancano divertimenti, luoghi di grande bellezza anche naturalistica e buon cibo. E’ quindi una meta da considerare per le prossime vacanze.

Le tremiti isole dal fascino unico

Questa estate ci siamo recati alle isole Tremiti insieme a un gruppo di amici, su suggerimento di altri che c’erano stati prima di noi e ne avevano parlato come un posto magnifico.

Siamo partiti prendendo uno dei tanti traghetti per le Tremiti che ogni giorno partono dal porto di Vieste alle 9 del mattino per essere sull’isola più grande solo dopo un’ora.
Il viaggio stesso è stato comunque già bello con un panorama marino dai colori cangianti.
Abbiamo prenotato in un B&b dell’isola dai prezzi modici per rimanerci circa 4 giorni.
Volevamo infatti godere di tutte le bellezze selvagge dell’isola, a cominciare dal mare e dai suoi fondali.
La prima cosa che abbiamo fatto infatti è quella di affittare un’imbarcazione che si poteva guidare anche senza patentito per fare un tour delle coste tra le 5 isole, 3 delle quali disabitate.
La vista delle coste delle isole Tremiti dal mare è uno spettacolo naturalistico di rara bellezza.
E’ un susseguirsi di rocce, calette, baie e insenature, scogli, grotte e grandi faraglioni dove lo sguardo si perde.
Le leggenda narra che le isole nacquero dal lancio di grandi massi da parte di Diomede.
Alcuni di noi si sono dedicati anche a scandagliare i fondali accompagnati dalle guide di una cooperativa di diving presente sulle isole.


I fondali oltre alla bellezza naturalistica, sono anche popolati da vecchi relitti ancora oggi visitabili e molto suggestivi.
Le isole sono tutte caratterizzate da diverse leggende e una di queste è legata anche al monastero benedettino presente sull’isola e che ebbe un periodo di massimo splendore tra il IX e l XI secolo.
La chiesa infatti fu fatta costruire dopo il ritrovamento del cosiddetto “tesoro di Diomede”.
Abbiamo trascorso anche qualche giorno sulle varie spiagge dell’isola, visitando anche le grotte presenti lungo la costa, come quella del Bue Marino o delle Viole, e ammirato gli archi rocciosi naturali.
La sera abbiamo passeggiato lungo le vie centrali e ci siamo imbattuti in bar, ristoranti, pizzerie. Una sera di queste l’abbiamo trascorsa in una delle due discoteche dell’isola, mangiando molto bene.
Una giornata l’abbiamo dedicata anche la trekking da fare sulle alture che caratterizzano le isole Tremiti.
Camminare o andare in bicicletta tra la fitta vegetazione di macchia mediterranea è un modo per ritemprarsi e mettere alla prova la propria resistenza fisica.
L’isola è stata anche meta di confine e di prigionia e ancora oggi si possono visitare questi luoghi.
Le giornate trascorse alle isole Tremiti sono passate veloci perchè il soggiorno è stato quanto mai piacevole, ed è per questo che consigliamo di visitarla per vedere luoghi incontaminati e affascinanti.

La bellezza naturale di Ischia

Ischia è nota in tutto il mondo per la sua bellezza mediterranea e quindi abbiamo deciso, con il mio ragazzo, di partire per l’isola nel periodo autunnale.

Il 19 settembre abbiamo preso uno dei tanti traghetti per Forio, il centro più grande dell’isola tra i 18 comuni che ci sono e dopo circa 40 minuti siamo sbarcati al porto turistico.
Abbiamo scelto uno dei tanti hotel che si trovano a ridosso del mare e per tutto il soggiorno siamo stati coccolati e ricoperti di piccole e grandi attenzioni, che ci hanno già fatto decidere che torneremo al più presto.
Ischia è stata abitata fin dall’età del bronzo e lo provano i tanti ritrovamenti archeologici a Lacco Ameno e, in particolare, nei pressi della chiesa di Santa Restituita (patrona dell’isola) e dell’annesso Museo degli scavi, con reperti che risalgono al VIII secolo a. C. Qui si lavorava la creta e c’era anche una vasta necropoli con annessa l’acropoli.


L’origine vulcanica dell’isola è provata da circa 70 sorgenti termali che arrivano fino a 90°, una delle quali era proprio del nostro hotel, dove ci siamo dedicati per un’intera giornata a fare i fanghi, gli impacchi, i massaggi e i bagni caldi naturali. Un’esperienza unica, perché l’acqua termale si mescola a quella del mare e si può fare il bagno approfittando comunque del clima mite anche in autunno. Bella la beauty farm dell’hotel in cui abbiamo assaporato cosa significa il vero relax.
Via Roma è la strada dello shopping dove abbiamo fatto una bella passeggiata toccando anche il porto, dove ancora oggi c’è un pittoresco borgo di pescatori, fino ad arrivare a Ischia Ponte.
Qui abbiamo visitato il Castello Aragonese, il museo e i giardini. Per il pranzo abbiamo scelto di fermarci in un piccolo ristorante “Aglio Olio e Pomodoro” dove abbiamo gustato piatti a base di pesce molto buoni, con personale cortese e un buon rapporto qualità-prezzo. La sera non è mancata un’ottima pizza nel locale “La strambata”, un po caro ma con prodotti molto buoni e tutti locali, come la mozzarella di bufala campana filante.
Nelle nostre passeggiate abbiamo acquistato splendidi esemplari di vasellame dipinto a mano con sfondi incantevoli dell’isola, degli orecchini per me, di cui faccio collezione, fatti con le conchiglie e dei cappelli a tesa larga per le giornate soleggiate.
Tra le spiagge più belle ci è molto piaciuta quella dei Pescatori, ma anche quella dei Maronti, reduci da una giornata di trekking sul monte Epomeo.
La spiaggia dei Maronti è la più estesa dell’isola abbiamo trascorso un pomeriggio al sole. Da qui si ammira un bellissimo panorama sul borgo Sant’Angelo, dove abbiamo assaggiato dei piatti unici preparati sulle numerose fumarole, un’esperienza di cultura enogastronomica da provare. Anche il vino locale è eccellente, come l’ospitalità degli isolani che ci ha reso questa vacanza assai più piacevole di quanto ci aspettavamo.

Stampa online velocemente

Il Natale è un periodo molto interessante da diversi punti di vista: non solo consente di rilassarsi durante una meritata vacanza e di godere della compagnia e del calore della propria famiglia, ma permette anche di risparmiare tanto denaro sull’acquisto di merce online, approfittando delle numerose offerte natalizie presenti sul web. Un discorso che riguarda anche il materiale d’ufficio come i calendari ed i planning, stampabili velocemente da Internet rivolgendosi a portali specifici.

Il calendario ed il planning sono strumenti d’ufficio indispensabili per programmare le proprie giornate e per tenere d’occhio tutti gli appuntamenti di lavoro e le scadenze da rispettare. Inoltre, questi strumenti si rivelano particolarmente utili nel caso un’azienda desideri pubblicizzare il proprio brand senza spendere cifre esorbitanti: per questo motivo, calendari e planning possono diventare anche un efficace strumento di marketing e di promozione per la propria attività, soprattutto cogliendo l’occasione delle feste natalizie per regalarli ai clienti e persino ai propri dipendenti. Così facendo, si avrà a disposizione un pensiero di Natale poco costoso, di grande utilità professionale e, perché no, anche di grande impatto. Puoi effettuare la stampa di planning e calendari online avrete anche la possibilità di personalizzarli come meglio desiderate.

Che si tratti di un calendario da tavolo, di un calendario da muro, di un calendario olandese o di un planning, il procedimento della stampa online è sempre il medesimo. All’interno della maggior parte dei portali specializzati nella stampa online di planning e calendari, infatti, basteranno poche semplici azioni per portare a compimento il proprio ordine, con differenze davvero minime fra un portale e l’altro. Una volta giunti sul portale scelto per la stampa, basterà scegliere la tipologia di prodotto e partire con la personalizzazione dello stesso attraverso alcuni parametri basilari. Dovrete selezionare le dimensioni del formato (ad esempio: 15×45 cm, A4 o A3), il tipo di carta (patinata o altro), il numero di copie desiderate ed i tempi di stampa, dai quali dipenderà il prezzo finale. Per quanto riguarda i planning, avrete ulteriori opzioni come il numero di fogli, il materiale, il colore, la rilegature, il metodo di fissaggio ed il tipo di basetta. In entrambi i casi, non dimenticatevi di caricare sul form il logo della vostra azienda. Dopo aver compilato il form, avrete subito a disposizione il preventivo: se l’operazione vi soddisfa, potrete procedere al pagamento dell’ordine inserendo, eventualmente, il codice sconto prelevato dai portali dedicati.

Bagaglio smarrito? Cosa fare

Ho viaggiato diverse volte, ed in poche occasioni mi è capitato di perdere il mio bagaglio: come spesso accade però, vi è sempre una prima volta per tutto.

Mi ricordo ancora quanto accaduto: l’imbarco è stato ottimo e privo di conseguenze negative, ed anche il viaggio non è stato male.
Il personale sull’aereo è stato molto gentile e cordiale, e questo mi rendeva sicuro e tranquillo.
Purtroppo però, dopo l’atterraggio, anch’esso assai piacevole, una volta che mi sono recato all’aeroporto ho vissuto un vero e proprio incubo, accompagnato da un livello di nervosismo e panico unico.
Il mio bagaglio era smarrito: dopo circa un’ora di orologio, visto che l’ho cronometrata, il mio bagaglio ancora non si trovava, ed io continuavo a preoccuparmi ed allo stesso tempo a perdere la pazienza.


I documenti, ovvero il portafoglio, era nella tasca della mia giacca, che decisi di portare sull’aereo con me dopo diverse ore di indecisione: scelsi di indossarla come se un sesto senso mi avesse fatto capire che la mia valigia sarebbe stata persa.
Al suo interno vi era il cambio per tre giorni, ed un carica batterie per il cellulare, nonché qualche altro piccolo oggetto di valore medio.
Dopo l’iniziale nervosismo, mi sono ricordato che vi era un’opzione che mi avrebbe potuto far tornare il sorriso sul volto, ovvero quella di rivolgermi ad un’agenzia di risarcimento.
Ero molto seccato, in quanto pensavo di dover perdere tantissimo tempo tra operazioni burocratiche ed altre, quindi ero molto indeciso anche in questo caso.
Ma il nervosismo ed il fastidio erano presenti nella mia mente, così decisi di recarmi nella suddetta agenzia, dove venni accolto con molta cordialità da parte delle addette.
Dopo pochissimi minuti d’attesa, in quanto esse erano impegnate con altre pratiche, venni fatto accomodare nell’ufficio di una di loro, la quale mi chiese quale fosse il mio problema.
Dopo circa dieci minuti di conversazione, l’addetta avviò subito la pratica per il rimborso, inserendo tutti gli oggetti che erano presenti nella valigia ed il loro valore, nonché quello del bagaglio.
Ero felice in quel momento, visto che avevo risolto con facilità il mio problema: nel giro di pochissimi giorni, circa due, ho ottenuto il rimborso del bagaglio perso.
La prima cosa che feci fu quella di acquistare i capi d’abbigliamento ed un carica batteria per il mio telefono, in maniera tale che la mia vacanza potesse essere tranquilla e felice come avevo previsto.
Grazie all’agenzia di risarcimento, una situazione negativa che poteva rovinare il mio viaggio è stata risolta in brevissimo tempo, permettendomi di gustarmi il viaggio senza alcun problema.

Richiedi una consulenza per conoscere l’andamento del tuo sito web

Oggi, per essere competitiva sul web, ogni azienda dovrebbe fare particolare attenzione a tutti quegli strumenti offerti da Google per studiare i risultati ottenuti dalle proprie pagine, e per analizzare a fondo tutti i dati relativi al traffico Internet. Piattaforme gratuite come Google Analytics permettono di tenere sotto controllo numerosi dati decisivi per il successo del proprio e-commerce o del proprio sito web aziendale. In una società digitale in cui Google rappresenta la base di partenza per ogni tipo di ricerca, adattare il proprio sito web ai parametri che Google utilizza per indicizzare le pagine è fondamentale. Ed in questo senso, Google Analytics fornisce la base necessaria per programmare campagne ADV realmente efficaci.

Perché usare Google Analytics

Google Analytics è uno strumento di analisi che consente all’esperto analytics di apprendere tutti i dati relativi al traffico internet del proprio sito web. Si tratta di una piattaforma fondamentale per chiunque abbia l’intenzione di diventare competitivo su Internet, proprio perché si basa su numeri e statistiche in grado di comunicare all’esperto di marketing se, e dove, si sta sbagliando. Il concetto è davvero molto semplice: Google indicizza i siti web partendo da parametri che, se non rispettati adeguatamente, finiscono per spingere la maggior parte dei siti nella ‘zona oscura’, ovvero dalla 3 pagina dei risultati organici in poi. Facendola, dunque, sparire dall’attenzione dei visitatori. I dati raccolti da Google Analytics, se interpretati correttamente da un professionista, possono permettere la programmazione di campagne di marketing SEO-oriented pensate per rendere un e-commerce competitivo nella lotta alle prime posizioni su Google.

I dati evidenziati da Google Analytics

Google Analytics permette al web master di venire a conoscenza di una serie di dati sensibili molto dettagliati, riguardanti gli utenti che visitano le pagine del sito web aziendale. Entrando nello specifico, la piattaforma comunica la provenienza geografica, la provenienza digitale (Google o altri motori di ricerca), l’età, il sesso e le pagine visitate più di frequente. Inoltre permette di sapere quali prodotti dell’e-commerce vengono seguiti o acquistati di più, e se ci sono dei problemi tecnici in fase d’acquisto. I professionisti del web marketing sono gli unici in grado di tradurre questi dati in strategie volte al miglioramento del sito web: per questo motivo, conviene sempre richiedere una consulenza.

Meizu M2 il potere nelle tue mani

Se siete appassionati di smartphone Android e amate l’innovazione, concedetevi la possibilità di avere tutto ciò in esclusiva e cambiate i vostri orizzonti. Il nuovo Meizu M2 vi aspetta per offrirvi un combinato di funzionalità, alta tecnologia e originalità, tipiche di un prodotto made in Cina.

Importato e commercializzato in Italia agli inizi del 2015, si è fatto subito riconoscere per l’eccellente hardware, difficile da riscontrare in uno smartphone dal prezzo così abbordabile. Non è raro trovarlo in offerta a 140 euro, e viste le capacità funzionali, ha catalizzato subito l’attenzione di molti utenti.
La sua struttura si basa sul sistema Android Lollipop 5.1, ma la vera particolarità risiede nel rinnovamento che hanno dato al sistema: un’interfaccia del tutto personalizzato, intuitivo e creativo. Questo permette un uso veloce e ottimale dello smartphone, anche divertente e comprensibile. Senza griglie complicate, anzi, agevolate da un launcher perfettamente in grado di utilizzare tutti e 5 i pollici a disposizione.


Dalle prestazioni eccellenti anche il browser, che consente il caricamento veloce delle pagine, dalle più leggere alle più pesanti.
Non deludono certamente le prestazioni relative alla fotocamera e videocamera: ben 13 megapixel, più 5 anteriori, che offrono un’alta risoluzione di tutto rispetto, con immagini qualitative e organizzate in gallerie multimediali efficienti.
La batteria è di 2500 mAh, c’è di meglio starete pensando? Forse sì, ma in realtà questa batteria, unitamente alle capacità tecnico-strutturali del Meizu M2, vi permetterà di arrivare serenamente a fine giornata, facendone l’uso che vorrete. Sono stimati fino a 1380 minuti di conversazione e circa 680 ore di autonomia in standby. La memoria è di 16 GB, con possibilità di memoria espandibile attraverso micro SD fino a 128 GB. Per ottenere l’espandibile dovrete però rinunciare alla doppia scheda sim: ricordiamo, infatti, che il device di Meizu M2 è un Dual sim a 4G, pertanto con una connettività fantastica. Una questione di scelte: più memoria o doppia scheda.
Anche l’audio è buono: durante le telefonate, se ascoltate musica e in vivavoce.
Il design si lascia ammirare in tutto il suo ergonomico stile: 8.7 mm di spessore per soli 131 grammi di peso. I materiali utilizzati per la sua realizzazione risultano di ottima fattura e il display da 5 pollici consente una facile e piacevole impugnatura. Provvisto di tasto centrale per accesso diretto ai menù e un dinamico touch & feel.
Uno smartphone di ultima generazione consigliato sia agli appassionati del brand, sia a chi intende provare qualcosa di veramente innovativo a prezzi davvero contenuti.