Le vacanze sono vicine hai scelto la prossima meta

E se dopo averlo considerato il sogno della nostra vita, riuscissimo a fare quel viaggio esotico e solo all’arrivo constatassimo di essere incappati nella stagione delle piogge? O se scegliessimo di recarci a visitare uno specifico museo trovandolo disperatamente chiuso per restauri? Sono questi, solo un paio di esempi di classici errori ai quali possono incorrere turisti poco avveduti; ossia, tutti coloro che non assumono adeguate informazioni prima di scegliere in modo sicuro e definitivo, la propria meta di viaggio, per non avere spiacevoli sorprese visita il sito www.ioviaggio.it.

Eppure, attraverso la rete non mancano le possibilità di informarsi in modo adeguato e di essere aggiornati circa le novità esistenti, conoscere un calendario di eventi e manifestazioni, trarre spunto da suggerimenti preziosi di viaggiatori che amano scrivere delle loro esperienze di viaggio dove spesso, sono da considerarsi dei veri vademecum migliori di qualsiasi guida cartacea in circolazione.

corfù
In un tempo dinamico come quello nel quale viviamo, basta un piccolo lasso cronologico per far divenire obsolete delle informazioni che risultano ingannevoli mentre, sfruttando le infinite possibilità di internet è possibile essere aggiornati in modo costante e veritiero.
E’ sufficiente cercare forum di viaggi e di specifiche destinazioni per riempirsi di notizie ed informazioni che ci consentono di programmare in modo intelligente spostamenti e soggiorni senza correre il rischio di vivere delle cocenti delusioni.
Importanti sono anche i blog dedicati ai viaggi che, spesso, vengono raggiunti da commenti di terze persone che implementano o modificano, quanto si trova scritto.
E non bisogna neppure dimenticare dell’importanza assunta negli ultimi periodi di social espressamente dedicati a recensioni e commenti di destinazioni e strutture turistiche dove sono magnificati o criticati gli aspetti specifici di ciò che si sta commentando.
Un viaggiatore che si muove grazie ad un preciso stimolo, al di la del gusto dell’avventura, deve essere consapevole di cosa lo attende e di cosa è meglio pianificare come visite; ma lo stesso stimolo deve animare anche la conoscenza di usi e costumi con i quali si andrà a convivere per tutto il periodo del viaggio e del soggiorno perché è sempre bene tenere a mente che, pur pagando per ottenere certi servizi, si è sempre ospiti in tutti i luoghi che ci vedranno turisti.

Borse originali per donne mai banali

La creatività e l’originalità possono estrinsecarsi in molte maniere e una di queste è senza dubbio la moda che, dall’abbigliamento agli accessori, è capace di stravolgere ogni personalità donando carattere e un nuovo tratto distintivo.

Le Y Not borse  recuperano perfettamente questo concetto ed un senso estetico così poco convenzionale da essere difficilmente replicabile o imitabile.
La bellezza di questa collezione di borse è infatti racchiusa nella loro capacità di rimandare ad un’immagine mentale lontana, grazie ad un’atmosfera di magia urbana nella quale si immergono.

Il brand si propone con due linee principali che esprimono due mood simili eppure così diversi: la linea Yes Bag presenta modelli con manici e cinghie in pelle coloniale e struttura con stampe, che diventano un collage immaginario degli elementi fondamentali delle maggiori città internazionali.

borsa-y-not-bandiera-italiana
La Tour Eiffel si unisce, ad esempio, al maestoso Colosseo Romano per dare vita ad una foto esemplare che esprime creatività e tutta la bellezza di alcune importanti metropoli.
Tutta la collezione propone un mix di elementi simbolici che costituiscono le icone tradizionali delle città in cui si collocano.

Di contro, la linea Flag Bag riprende l’amatissimo effetto vintage sullo sfondo delle maggiori bandiere internazionali. Protagoniste di queste stampe, che diventano anche il fulcro delle borse di questa speciale collezione, sono la bandiera italiana, quella inglese, l’americana, la brasiliana e la cubana. Con una sola borsa il brand riesce ad esprimere tradizione e libertà, lasciando tra l’altro ampio margine di abbinamenti grazie ai colori tipici delle bandiere che rendono facili e veloci gli accostamenti con i vari tipi di outfit.
Questa linea, rispetto alla prima, rimane più tradizionale ed esprime meno lo spirito fantasioso ed immaginario delle borse Yes Bag, eppure rimane allo stesso tempo una collezione mai vista prima, mai sfoggiata e proposta da nessun altro brand.

I modelli di entrambe le linee permettono di adattare la borsa ad ogni occasione, spaziando dalle tradizionali borse a tracolla alle eleganti pochette, dalle pratiche shopping bag alle glamour borse con manico. Ogni donna potrà quindi esprimere al meglio il proprio stile con originalità indiscussa, scegliendo la sua borsa Y Not preferita.

Acquisti convenienti su outlet online

Il mondo del web è ricco di shop dedicati all’abbigliamento per bambini, si possono fare tantissimi acquisti convenienti nell’area outlet per bambini. E’ presente un assortimento completo di abiti per bimbo e bimba, tutti delle migliori marche e a prezzi convenienti. A catalogo è possibile scegliere tra capi classici, sportivi, casual e alla moda. Inoltre, sono disponibili tanti accessori, perfetti per completare con stile e personalità l’outfit dei più piccoli. Le collezioni sono state selezionate con cura, in modo da garantire il meglio sia alle mamme che ai bambini, sempre più attenti allo stile e alle ultime tendenze moda. La varietà dei capi e il mix stilistico consente di creare sempre nuovi abbinamenti e giocare con consistenze, tessuti, colori e linee.
vestiti-bambini
Nella sezione outlet puoi trovare una completa gamma di proposte per la moda bimbo e bimba dei brand più in voga, con la caratteristica peculiare di avere prezzi super scontati e convenienti. Grazie all’ampia possibilità di scelta, puoi spaziare tra le aziende internazionali migliori specializzate nell’abbigliamento dei più piccoli e acquistare il capo che meglio risponde alle esigenze di funzionalità, comodità e gusto del tuo bimbo o della tua bambina. Felpe, camicie eleganti, completi casual, jeans, pullover e t-shirt sono solo alcuni esempi dei capi che puoi trovare. Ogni singolo capo d’abbigliamneto viene prima selezionato e valutato con cura, in modo che possa essere garante di qualità, sia per quanto riguarda i tessuti e le rifiniture che la parte puramente estetica. Presente anche una sezione per i più piccoli, con tutto ciò che occorre per le diverse occasioni. Inoltre, hai la possibilità di scegliere e acquistare splendidi completi e vestiti da cerimonia per bambini, che si distinguono per la grande raffinatezza e l’eleganza senza pari, pur assicurando comodità e libertà di movimento. Tra i tessuti più in voga, il velluto, il pizzo e i preziosi inserti in voile, che daranno quel tocco in più al completo che cercavi. Per acquistare, ti basta selezionare il capo di interesse, scegliere la taglia e inserire il tutto nel carrello on line, procedendo poi al pagamento, rigorosamente controllato e sicuro. La merce arriverà comodamente a casa tua, con la possibilità di rispedirla qualora non fossi soddisfatta.

Il ruolo dell’agenzia immobiliare

L’agenzia immobiliare è una struttura che funge da intermediario tra un soggetto proprietario di un immobile e un potenziale acquirente o affittuario. Trovare case in vendita ad Ottaviano è sempre più difficile, ma affidarsi ad una agenzia immobiliare rappresenta quasi sempre la soluzione per soddisfare le esigenze di entrambi gli attori del processo negoziale.

Un agente immobiliare è in grado di effettuare una stima accurata di un immobile da destinare a vendita o ad affitto in base ad una serie di elementi tra cui: le condizioni fisiche in cui si trova, l’ubicazione, il piano, le prestazioni energetiche dell’edificio, etc., stabilendo un prezzo di vendita o di locazione in base alle tendenze del mercato. Successivamente si occupa della pubblicizzazione dell’offerta nonché della ricerca dei potenziali acquirenti o affittuari, generalmente reperiti attraverso contatti con operatori del settore o attingendo a banche dati, ma anche attraverso contatti personali.

Quando un’agenzia immobiliare prende in carico una proprietà, dopo un’accurata analisi tecnica organizzerà una serie di incontri con persone interessate alla proprietà, esponendo dettagli sulle sue prestazioni e rispondendo alle domande dei clienti.

key-home

Nella maggior parte dei casi la fase di negoziazione non si svolge solo con i potenziali acquirenti, ma anche con i venditori: raramente, infatti, gli interessi delle parti coincidono; normalmente si rende necessario un intervento di intermediazione dell’agente immobiliare allo scopo di contemperare gli interessi e trovare una soluzione economica che tuteli sia chi vende che chi acquista.

L’agenzia immobiliare si occupa, inoltre, di verificare la regolarità dell’unità immobile e, qualora necessario, di segnalare in tempo utile la necessità di integrare la documentazione mancante e provvede a reperire i tecnici esperti nel settore ed accreditati al rilascio dei documenti stessi, tra cui geometri, ingegneri, notai, architetti, etc. Terminata la negoziazione, l’agente immobiliare gestisce le fasi successive della compravendita, dalla concessione del mutuo bancario fino all’effettivo passaggio di proprietà, curando i rapporti con la banca e il notaio e assistendo il vecchio e il nuovo proprietario anche in caso di insorgenza di problematiche.

Un proprietario di un immobile inesperto e non al corrente delle procedure, spesso tende a dare un valore alla propria abitazione superiore a quello reale, oltre ad astenersi, per ignoranza della legge, dal rispetto delle procedure. Affidarsi ad un’agenzia immobiliare permette di trovare soluzioni in tempi più brevi, di evitare conflitti successivi tra proprietario e acquirente o locatario, e di agire nel rispetto della normativa vigente in materia.

Una vacanza a Zanzibar

Arrivando per la prima volta a Zanzibar si ha la netta sensazione di immergersi in un paesaggio incontaminato e fatato.

L’isola, che amministrativamente fa parte della Tanzania, è stata nel corso dei secoli il crocevia di diverse culture che, grazie ai fiorenti commerci che si svolgevano sul suo territorio, ne hanno determinato gli influssi arabi, indiani e cinesi.

Il clima è spiccatamente tropicale e favorisce il proliferare di una flora e di una fauna ricchissime di specie esotiche, per fortuna in gran parte protette dalle normative internazionali.

Il viaggio può iniziare da Stone Town, la capitale, caotica ma affascinante, ricca di preziose testimonianze del passato, come le innumerevoli moschee ed i palazzi abitati dagli antichi sultani che la governavano. Nelle strette vie del centro caratteristiche bancarelle offrono interessanti oggetti di artigianato e pietanze speziate.

zanzibar

Le spiagge, invece, sono il punto forte per chi vuol godere di un mare ancora incontaminato: tra le più importanti sono da segnalare Nungwi, caratterizzata dai coloratissimi e pescosi fondali antistanti, e, più a nord, Kendwa, dalla sabbia fine bianchissima e quasi accecante.

Per immergersi nella fantasmagorica fauna dell’isola una tappa d’obbligo è la visita della Foresta di Jozani, dove la vegetazione tropicale è maestosa ed accoglie al suo interno un quantitativo impressionante di animali di tutti i tipi.

Tornando sulla costa fra gli innumerevoli minuscoli paesini presenti merita una fermata Paje, la cui popolazione vive ancora immersa in una magica atmosfera antica: i colori, gli odori ed i sapori da assaporare girando fra i suoi mercati rappresentano, per noi occidentale, un’esplosione di forti sensazioni indimenticabili.

Le spezie sono il vero tesoro di Zanzibar: nel villaggio di Kizimbani si trova un’enorme piantagione dove crescono forti e rigogliose varietà di ogni tipo. C’è davvero l’imbarazzo della scelta e si possono acquistare vaniglia, cardamomo, noce moscata, cannella e, naturalmente, lo zenzero, dal gusto particolarmente intenso.

Con questi ingredienti la cucina di Zanzibar non può che essere prelibata: tra i piatti tipici sono da segnalare il pwewa wa nazi, una sorta di polpo al cocco sostanziosamente speziato, lo squalo aromatizzato al pepe, dal gusto sorprendentemente delicato e gustoso, ed il pane alle nocciole tostate.

Non resta quindi che programmare un bel tour di Zanzibar che, col suo fascino, saprà evocare nel turista indimenticabili emozioni.

Resta al passo con uno smartphone Xiaomi

Xiaomi Tech è un’azienda cinese nata nel 2010 che produce ottimi device quali smartphone e tablet che stanno avendo sempre più successo anche nel mercato europeo. Inizialmente l’azienda fondata da Lei Jun si è fatta conoscere con una serie di smartphone low-cost esteticamente accattivanti, che hanno attirato fin da subito l’attenzione degli utenti. Ben presto Xiaomi ha dimostrato che i suoi prodotti non erano appetibili e concorrenziali solo per il prezzo, ma anche per le loro caratteristiche tecniche di buonissimo livello che dopo il successo in Cina le hanno permesso di guadagnare quote di mercato anche in Europa.

Uno dei punti di forza dell’azienda cinese è proprio l’elevata qualità che contraddistingue i suoi prodotti che garantiscono agli utenti finali ei prodotti impeccabili. Attualmente Xiaomi propone sul mercato diversi modelli di smartphone adatti a tutte le esigenze.


Il top di gamma è lo Xiaomi Mi4, uno smartphone rilasciato nell’Agosto 2014 e basato su Android 4.4.2 KitKat con interfaccia MIUI v6. Il device offre prestazioni di alto livello grazie all’ottimo processore Snapdragon 801 che è affiancato da 3GB di memoria RAM e da una memoria di archiviazione interna di 64GB. Uno dei punti di forza dello Xiaomi Mi4 è il luminoso display touchscreen da 5 pollici che ha una risoluzione di 1920×1080 pixel. Ottimo anche il comparto fotografico dotato di una fotocamera posteriore da 13 megapixel prodotta da Sony e di registrare video in qualità 4K, a cui si aggiunge la fotocamera frontale da 8 megapixel ottima per gli amanti dei selfie. Il device è alimentato da una batteria al Litio da 2550 mAh, ed esteticamente si presenta con una linea è molto elegante grazie anche allo spessore di appena 8.9 millimetri.

Se invece siete alla ricerca di un prodotto low-cost, sicuramente lo Xiaomi Redmi 2 è uno dei device più interessanti del mercato. Rilasciato nel mese di Gennaio 2015, si tratta di uno smartphone che garantisce delle buone prestazioni il cui prezzo è veramente alla portata di tutti ma che comunque riesce a soddisfare anche gli utenti più esigenti. Lo Xiaomi Redmi 2 è dotato di un ottimo display touchscreen da 4.7 pollici la cui risoluzione è pari a 1280×720 pixel. Il cuore del device è il processore Qualcomm MSM8916 Snapdragon 410 Quad Core a 1.2 GHz di velocità affiancato da 2GB di memoria RAM e da 8GB di spazio di archiviazione interna (espandibile con schede Micro SD Fino ad un massimo di 32GB). La fotocamera posteriore da 8 megapixel permette agli utenti sia di scattare fotografie con risoluzione di 3264×2448 pixel, sia di effettuare riprese video in qualità fullHD. Xiaomi Redmi 2 è basato sul sistema operativo Android 4.4.4 KitKat personalizzato con l’interfaccia proprietaria MIUI v6.

Consigli per un arredare la casa

Semplici, decorate, trasparenti o colorate le tende rappresentano un elemento fondamentale di ogni casa. La loro funzione oltre a filtrare la luce e proteggere la privacy, serve a dare un look ben definito agli ambienti. Inoltre al contrario dei mobili possono essere cambiate spesso, i tessuti e i tendaggi per l’arredamento danno la possibilità di rinnovare gli spazi abitativi e adattarli alla stagione o alle mode.

Classiche o moderne le tende sono un arredo di interior design e devono dare personalità alla camera, armonizzarsi con tutto ciò che vi è attorno e essere di tendenza. La loro scelta deve essere effettuata tenendo in considerazione tre fattori lo stile della casa, il colore di mobili e pareti e il tipo di finestra che devono rivestire.


Lo stile shabby chic, con i suoi arredi bianchi, vintage ma rivisitati in chiava moderna è il trend del momento, per completare un living o una camera da letto una tenda dai tessuti leggeri e in tonalità tenui e naturali come il lino, è la soluzione più indicata per dare vitalità all’ambiente e renderlo elegante. In alternativa anche tende in cotone arricchite di decori o qualche ricamo, in colori pastello possono dare un’aria romantica alla casa.
Le fibre naturali, come il lino reso più morbido tramite trattamenti di invecchiamento e destrutturato, è il tessuto più ricercato negli ultimi tempi per esaltare gli arredi di abitazioni moderne. In particolare viene utilizzato sia per le camere da letto, magari in colori scuri se servono per oscurare la camera o più chiari se si vuole dare un tocco di vivacità. Impreziosito con qualche ricamo o con qualche disegno le fibre naturali caratterizzano anche i tendaggi fluidi e abbandonati da inserire sulla vetrata o sulle finestre di un salotto.
I tessuti come chiffon, seta o tulle anche essi in colori chiari o con piccole decorazioni restano sempre il must per chi vuole coniugare eleganza e contemporaneità in ogni ambiente della casa, mentre il tocco glamour può essere rappresentato dai giochi di colori che si possono montando un doppio binario, con tendaggi con texture differenti.
Gli arredi dallo stile minimal e con superfici laccate bianche o comunque molto chiare, inseriti in camere le cui pareti sono tinteggiati in colori anche essi tenui, possono essere rivitalizzati con tendaggi dai colori decisi e più sgargianti, realizzati con tessuti dalla trama fitta.

Dove farò la prossima vacanza?

Era una domanda che mi ponevo da tempo e allora questa estate ho deciso di scegliere una delle mete che non sono da “turismo di massa”, cioè qualcosa di ricercato che mi riportasse alle radici della vecchia Europa mediorientale: Durazzo.

Sono partito in solitaria da una bella città di frontiera ho prenotato uno dei vari traghetti da Trieste a Durazzo e sono partita.
Ho preso la cabina per la durata abbastanza lunga del viaggio (circa 24 ore), per cui è come se avessi fatto una mini-crocera sull’Adriatico, in una struttura galleggiante molto pulita e con ottimi servizi.
Lo sbarco a Durazzo, città di cui avevo solo sentito parlare, mi ha lasciato molto sorpreso perché mi sono ritrovato davanti a palazzi di almeno 20 piani e una città moderna e in buona parte occidentalizzata.


La gente è molto socievole e si capisce fin da subito che ama profondamente il suo paese e ne è molto orgogliosa, anche se ha un legame molto stretto con l’Italia. Non ho avuto problemi infatti con la mia lingua madre, che parlano più o meno tutti.
Tra i luoghi da visitare a Durazzo ho preparato una sorta di itinerario che mi sono riservato di cambiare in base ai suggerimenti della gente locale.
Ho avuto il piacere di visitare il più grande anfiteatro di epoca romana dei Balcani, che si trova proprio nel centro della città, contornato da palazzi e case di recente costruzione. Risale al II sec. ed è lungo 136 m. E’ molto grande perché progettato per contenere circa 20 mila spettatori, ma è ancora in buona parte coperto dalla terra e risulta molto affascinante il contrasto con il paesaggio. Fu scoperto per caso solo nel 1966 mentre si scavava per le fondamenta di una casa.
Il simbolo di Durazzo che ho avuto il piacere di apprezzare è il castello o Rocca risalente al 518 d.C. e più volte rimaneggiato.
E’ costruito su un promontorio roccioso dal quale si gode una ampia vista su tutta la costa. Si è conservata buona parte della costruzione ma rimane poco delle 3 possenti fila di mura di cinta. Interessante anche il museo Archeologico della città.
Le spiagge di Durazzo hanno qualcosa di affascinante per la loro estensione a perdita d’occhio e per il fatto che si trovano spesso libere, o al massimo con qualche ombrellone e sdraio, dove crogiolarsi nel relax assoluto.
Si mangia bene, soprattutto carne e birra e i ristonati non sono cari (circa 18 euro). La sistemazione in hotel è stata discreta e l’accoglienza elegante nella sua semplicità.
Consiglio Durazzo come meta per osservare da vicino i suoi grandi cambiamenti e quella deliziosa atmosfera sospesa tra Oriente e Occidente, che fa capire quanto siamo stati fortunati a non essere colpiti da un conflitto intestino, come è successo all’Albania in dittatura.
Oggi comunque è un paese in piena rinascita che attrae investimenti esteri e brulica di gente.

Cefalonia spiagge e divertimento

Cefalonia è una delle isole greche che abbiamo scelto per la nostra vacanza estiva. Siamo partiti in 4 (due coppie) prendendo uno dei tanti traghetti da Bari a Cefalonia e abbiamo goduto di un piacevole viaggio di circa 20 ore con annessa cabina e pasti, scattando foto panoramiche molto suggestive.

All’arrivo ci è sembrato comodo noleggiare un’auto per visitare varie mete turistiche che ci eravamo prefissi e per spostarci con comodità la sera nei locali.
Ci siamo sistemati comodamente nel nostro hotel dove abbiamo prenotato con largo anticipo 2 camere matrimoniali vicino alla costa a buon prezzo.


Cefalonia come è noto è bellissima e le sue spiagge sono evidentemente da cartolina.
Tra quelle dove abbiamo trascorso ore felici e di grande relax c’è quella di Myrthos dove siamo scesi attraverso le alture circostanti. I colori tra il blu e il turchese erano da sogno e la sabbia mista a ghiaia.
Una spiaggia che ci ha piacevolmente colpito è quella di Xi beach a Mantzavinata, con alte scogliere caratterizzate dal rosso dell’argilla che pare venisse usata dai greci antichi per trattamenti estetici. Acque basse e calme consentono di prendere il sole direttamente in mare.
Siamo rimasti incantati entrando nella Grotta di Melissani, che forma un lago marino ed è sovrastata da un foro dal quale il sole entra creando giochi di luce suggestivi.
I locali e i ristoranti di Cefalonia sono mondani e servono cibi molto gustosi e speziati. Sia a pranzo che a cena abbiamo scelto quelli vicino al mare che ci hanno ampiamente soddisfatto, anche per i costi contenuti.
Le notti di Cefalonia sono state caratterizzare da danze, feste sulla spiaggia e passeggiate nei vicoli caratteristici del centro storico.
Tante sono le botteghe e i negozi di souvenir che abbiamo incontrato e dove abbiamo fatto incetta di prodotti tipici.
Per noi che siamo appassionati di storia è stato emozionante visitare i resti dell’antica Sami dove, si intravedono ancora resti di un teatro, una necropoli, l’acquedotto e le vestigia di edifici risalenti al periodo ellenico. E’ un sito magico con una sorgente vicina.
Abbiamo apprezzato anche i reperti recuperati al Museo Archeologico di Argostoli. Non lontano, a Peratata, abbiamo visitato il castello di Agios Georgios di età bizantina e, tra i luoghi mistici ci hanno molto colpito, il Monastero di Agios Gerassimos dove ci sono le spoglie del patrono dell’isola. Vicino c’è la nuova chiesa, decisamente grande per accogliere i numerosi fedeli.
Cefalonia è un’isola che va bene sia per i giovani che per le famiglie e non mancano divertimenti, luoghi di grande bellezza anche naturalistica e buon cibo. E’ quindi una meta da considerare per le prossime vacanze.

Le tremiti isole dal fascino unico

Questa estate ci siamo recati alle isole Tremiti insieme a un gruppo di amici, su suggerimento di altri che c’erano stati prima di noi e ne avevano parlato come un posto magnifico.

Siamo partiti prendendo uno dei tanti traghetti per le Tremiti che ogni giorno partono dal porto di Vieste alle 9 del mattino per essere sull’isola più grande solo dopo un’ora.
Il viaggio stesso è stato comunque già bello con un panorama marino dai colori cangianti.
Abbiamo prenotato in un B&b dell’isola dai prezzi modici per rimanerci circa 4 giorni.
Volevamo infatti godere di tutte le bellezze selvagge dell’isola, a cominciare dal mare e dai suoi fondali.
La prima cosa che abbiamo fatto infatti è quella di affittare un’imbarcazione che si poteva guidare anche senza patentito per fare un tour delle coste tra le 5 isole, 3 delle quali disabitate.
La vista delle coste delle isole Tremiti dal mare è uno spettacolo naturalistico di rara bellezza.
E’ un susseguirsi di rocce, calette, baie e insenature, scogli, grotte e grandi faraglioni dove lo sguardo si perde.
Le leggenda narra che le isole nacquero dal lancio di grandi massi da parte di Diomede.
Alcuni di noi si sono dedicati anche a scandagliare i fondali accompagnati dalle guide di una cooperativa di diving presente sulle isole.


I fondali oltre alla bellezza naturalistica, sono anche popolati da vecchi relitti ancora oggi visitabili e molto suggestivi.
Le isole sono tutte caratterizzate da diverse leggende e una di queste è legata anche al monastero benedettino presente sull’isola e che ebbe un periodo di massimo splendore tra il IX e l XI secolo.
La chiesa infatti fu fatta costruire dopo il ritrovamento del cosiddetto “tesoro di Diomede”.
Abbiamo trascorso anche qualche giorno sulle varie spiagge dell’isola, visitando anche le grotte presenti lungo la costa, come quella del Bue Marino o delle Viole, e ammirato gli archi rocciosi naturali.
La sera abbiamo passeggiato lungo le vie centrali e ci siamo imbattuti in bar, ristoranti, pizzerie. Una sera di queste l’abbiamo trascorsa in una delle due discoteche dell’isola, mangiando molto bene.
Una giornata l’abbiamo dedicata anche la trekking da fare sulle alture che caratterizzano le isole Tremiti.
Camminare o andare in bicicletta tra la fitta vegetazione di macchia mediterranea è un modo per ritemprarsi e mettere alla prova la propria resistenza fisica.
L’isola è stata anche meta di confine e di prigionia e ancora oggi si possono visitare questi luoghi.
Le giornate trascorse alle isole Tremiti sono passate veloci perchè il soggiorno è stato quanto mai piacevole, ed è per questo che consigliamo di visitarla per vedere luoghi incontaminati e affascinanti.