Caffè: perchè è la bevanda più amata al mondo

Esistono poche parole universali, pochi gesti che vengono capiti in tutto il mondo e da tutte le popolazioni. Una di queste è sicuramente la parola Caffè, in tutte le sue sfumature linguistiche. Basta abbinarla al gesto di mimare il portare la tazzina alla bocca, per capirsi immediatamente, in qualsiasi luogo della terra voi siate. Questo perché sicuramente è da considerarsi la bevanda in assoluto più amata al mondo. Visita il sito se sei un amante del caffè italiano.

Partiamo dal primo fattore che la rende la più desiderata, cioè il gusto. La quantità di aromi e di sapori che il caffè può sprigionare non ha paragoni. Le sue varianti sono moltissime e la corretta fusione e miscelatura di tipologie differenti dà luogo a sensazioni indescrivibili, sia a livello di gusto che a livello olfattivo. Non si può negare il senso di pace e benessere che regala il profumo di caffè che si percepisce entrando in una stanza, con tutti i profumi che sollecitano i nostri sensi.

Un’altra caratteristica importante del caffè è la sua adattabilità a molti metodi di preparazione. Che si utilizzi una macchinetta che sfrutti capsule o cialde, una macchina da espresso al bar o la classica moka di casa, il risultato, pur diverso in termini di intensità ed aromi, sarà in ogni caso gradevole. Inoltre l’utilizzo di metodi diversi ha contribuito alla diffusione della bevanda in tutto il mondo, adattando appunto i vari metodi di produzione ai gusti e alle abitudini della gente. E’ agli occhi di tutti la differenza che esiste tra il caffè americano tanto in voga negli Stati Uniti, e il nostro classico espresso; si tratta comunque della stessa bevanda, sicuramente di diversa struttura, ma pur sempre di caffè (in molti casi anche di ottima fattura).

Non è però solamente il gusto che rende il caffè così diffuso ed apprezzato. Esiste anche una questione di cultura e di abitudini che non deve essere tralasciata, e noi italiani ne sappiamo qualcosa. Per fare un esempio, il rito del caffè al bar è parte integrante della nostra cultura, siamo cresciuti con l’idea del cappuccino e brioches (o cornetto a seconda delle latitudini), o dell’espresso veloce al bancone; per non parlare del sedersi al tavolo del bar in compagnia di un amico o di un collega a metà mattinata, come del fatto che la pausa mattutina in ufficio si sia col tempo trasformata automaticamente in una pausa caffè.

Il culto del caffè è parte integrante della nostra vita e dei nostri usi e costumi, per esempio pensiamo anche a tutti i film e le pubblicità in cui è presente il caffè gustato in compagnia.

Come per la nostra, anche in altre culture il caffè è un elemento predominante; torniamo sempre negli Stati Uniti e pensiamo a quante volte abbiamo visto gente passeggiare (nei film come nella realtà) per strada con in mano un grande bicchiere di caffè. Scendiamo anche verso i paesi produttori del Sud America: qui la vita intera di famiglie e generazioni ruota intorno ai chicchi di caffè, e il prodotto finale viene assaporato in compagnia, come filo conduttore della famiglia stessa.

Insomma, possono cambiare i metodi di preparazione, le modalità di degustazione, il gusto, il sapore, l’aroma… In ogni caso il caffè rimarrà sempre la bevanda più amata al mondo.